fb track
Cerca
close
Photo ©Ambito Livorno
terrazza mascagni
4 esperienze per vivere le Terre d'acqua della Toscana
Dal tour nei canali di Livorno alle escursioni a Capraia e Collesalvetti

C'è un territorio in Toscana dove l'elemento che accomuna ogni sua parte è l'acqua: sono le terre di Livorno, Isola di Capraia e Collesalvetti, denominate Terre d'acqua della Toscana.

Dal mare di Capraia, ai canali di Livorno, fino all'oasi di Collesalvetti, l'acqua è l'elemento caratterizzante di questa parte di Toscana e proprio a lei sono legate le esperienze che qui si possono vivere. 
 

Vivere il mare di Capraia, in barca o da terra.
isola di Capraia- Credit:  Fabio Guidi

Il mare dell'isola di Capraia è il più illustre rappresentante delle Terre d'acqua della Toscana, il protagonista di ogni viaggio su questa splendida e remota isola. Il modo migliore per viverlo è noleggiando una barca o un gommone, oppure approfittando di un tour organizzato. 

Esplorando la costa potrete godere di scorci di straordinaria bellezza: scogli, cale, insenature, piccole grotte, testimonianze dell’evoluzione geo-vulcanica dell'isola. A fare da contrasto, le infinite variazioni dei colori del mare, dal turchese al blu cobalto fino al verde smeraldo. Un'escursione in barca non è completa senza un'immersione alla scoperta dei fondali dell'area marina protetta dell'isola: una fauna variegata di cernie, barracuda, ricciole e molti altri pesci, vi darà il benvenuto tra fondali cristallini ricchi di rocce colorate e vegetazione multiforme. Un incredibile scenario, che niente ha da invidiare ai mari dei Caraibi.

Il mare di Capraia è protagonista anche se si decide di viverlo da terra. Durante le escursioni,  lungo i percorsi di trekking dell'isola, il mare sarà sempre il punto di riferimento verso il quale volgere lo sguardo. Sul Monte Le Penne o alla Punta del Dattero, godrete di una vista mozzafiato: durante le giornate di tramontana potrete ammirare tutta la parte dell'arcipelago toscano, dalla costa toscana  all'isola della Gorgona, mentre alla sera vi rilasserete godendo tramonti indimenticabili.

Scoprire Livorno navigando i canali
tour in battello a livorno- Credit:  Ambito Livorno

Bagnata dal mare Tirreno, Livorno è città d'acqua per definizione. I caratteristici canali, realizzati dai Medici a partire dal 1577, attraversano tutto il centro storico, rendendo questa città un ambiente davvero suggestivo. 

Se cercate un modo alternativo per vivere Livorno, il tour in battello è quello che fa per voi. 

Il tour attraversa tutto il centro storico, navigando gli antichi canali e passando sotto ponti e arcate: dal Quartiere Venezia, al pittoresco Quartiere S. Marco Pontino, fino alla Fortezza Nuova. Durante l'escursione ammirerete monumenti storici come la cupola ottagonale della Chiesa di Santa Caterina, il Palazzo dei Domenicani, ex convento trasformato in carcere dove furono reclusi noti antifascisti come Sandro Pertini, e la lunga volta di Piazza della Repubblica, conosciuta come il “Voltone”, la piazza ponte più larga d’Europa.

L'itinerario del tour in battello dei canali di Livorno può essere personalizzato: inoltre è possibile arricchirlo con esperienze di vario tipo, dalle degustazioni di prodotti tipici alle esibizioni musicali.
 

Collesalvetti: trekking all'acquedotto Leopoldino e birdwatching all'oasi della Contessa
acquedotto leopoldino a colognole- Credit:  Ambito Livorno

Il nostro viaggio nelle Terre d'acqua della Toscana si conclude a Collesalvetti. Qui le esperienze legate all'acqua sono due: il trekking dell'acquedotto Leopoldino e la visita all'oasi naturalistica della Contessa.

Progettato nell'Ottocento per rifornire d’acqua Livorno, l'Acquedotto Leopoldino collega Collesalvetti alla città labronica e stupisce per le dimensioni: costellato da arcate talvolta vertiginose, è possibile seguire a piedi tutto il percorso di 18 km che da Colognole porta al Cisternino di Pian di Rota, fino all’imponente Cisternone di Livorno, il monumentale serbatoio idrico della città. L'escursione richiede attrezzatura da trekking ma il percorso è comunque alla portata di tutti: è possibile decidere di percorrere anche solo il primo tratto dell'acquedotto, in località Colognole.

Per gli amanti dell’outdoor infine un’esperienza da non perdere è la visita all’Oasi della Contessa, una riserva naturale regionale, ultima testimonianza di una palude costiera. Sono numerose le specie di uccelli che qui vengono a riposare, rendendola un'area perfetta per fare birdwatching, soprattutto durante il periodo delle migrazioni. Da soli o accompagnati dalle guide ambientali, qui è possibile entrare in contatto con la Natura, osservando aironi e ghiandaie marine o scoprendo la caratteristica vegetazione di uno straordinario habitat naturale. 

map Esplora Offerte, Eventi e Alloggi
Potrebbe interessarti
child_friendly Famiglie e bambini
close
Registrati alla newsletter
Un concentrato di segreti, eventi, curiosità e novità direttamente nella tua casella di posta