fb track
Cerca
close
Photo ©Garfganana.it
Frittelle di neccio, quando la bontà è semplicissima
Dolci e dessert
La ricetta delle frittelle di neccio di Antona
grade
Difficoltà
Facile

Alle spalle della città di Massa si trova Antona, un piccolo borgo che conta 300 abitanti, molto caratteristico, pieno di strade strette e scale, angoli pittoreschi, come fosse un labirinto.

Il suggestivo centro ospita nei mesi estivi sagre ed eventi che celebrano la pecialità gastronomica locale delle frittelle di Neccio.

Mentre ci si avvicina alla piazza principale, si viene guidati da voci e musica che ci conducono nel  cuore del paese dove, oltre ai tavoli e al bancone non si può non notare un'ernome bacinella piena di olio per friggere. Sarà perlomeno 3 metri di diametro. Lì dietro, le signore preparano l'impasto del goloso dolce che poi viene fritto nella grande padella.

Ecco la ricetta:

  • farina di castagne di neccio
  • latte
  • rum
  • foglie di rosmarino
  • scorza d'arancia
  • zucchero
  • sale
  • olio
  • ricotta

Si preparano frullando latte tiepido, un po' di rum, alcune foglie di rosmarino, scorza d'arancia, zucchero e sale. Il liquido ottenuto viene utilizzato per l'impasto, fino ad ottenere una pastella abbastanza consistente; questa viene passata e fritta nell'olio caldissimo e poi lasciata riposare su della carta per far assorbire l'olio in eccesso. Dulcis in fundo: le frittelle vengono riempite e servite con ricotta di pecora e spolverate con lo zucchero.

Potrebbe interessarti
Cibo e vino
close
Registrati alla newsletter
Un concentrato di segreti, eventi, curiosità e novità direttamente nella tua casella di posta