fb track
Cerca
close
Photo ©Enrico Bottino
Il villaggio abbandonato di Formentara
schedule
Durata 5 giorni
5 giorni nella Lunigiana Occidentale

La Lunigiana è un lembo di Toscana con un Dna tutto suo, dove trovare insieme gli odori e gli umori del mare e i profumi e i colori dell’Appennino. Qui, nella terra che prende il nome della luna, il sacro e il profano fanno rivivere suggestioni d’altri tempi. Così i castelli dei Malaspina, le pievi romaniche, i palazzi rinascimentali, fanno da guida nel rimontare il corso della storia, fino ad arrivare ad una Lunigiana viva e vitale, dove è protagonista anche il gusto con piatti di eccellenza dell’alta valle del Magra, come i testaroli e le focaccette dette localmente “panigacci”.

L’essenza della Lunigiana va ricercata nella sua componente primordiale: la pietra. Le statue stele, i capitelli delle pievi romaniche, le cinta merlate dei castelli, le modeste mura degli aggregati rurali, gli enigmatici faciòn, gli oggetti d’uso e di lavoro sono solo alcuni dei simboli della valle della Luna. E tutti fanno capo sempre a lei, all’arenaria, una pietra povera rispetto a quella delle vicine Apuane, ma che non ha causato estrazioni e deturpazioni ambientali. Qui la roccia è stata ferita solo da attrezzi semplici e antichi, guidati da mani pazienti, capaci di creare aggraziate figure, come quelle che ornano gli splendidi capitelli delle pievi dei SS. Cipriano e Cornelio a Codiponte, di S. Paolo a Vendaso e di S. Stefano di Sorano a Filattiera, dove addirittura la pietra “sacra” convive con quella “profana” delle statue stele. Questi idoli pagani realizzati dai Liguri-Apuani, alti anche un metro e mezzo, riproducono in maniera arcaica figure umane che, in base alle armi che impugnano, agli amuleti che indossano, all’evoluzione delle linee somatiche, sono databili in un periodo storico compreso tra l’Eneolitico e l’avanzata età del Ferro. Più di 50 di queste figure antropomorfe sono raccolte nel castello del Piagnaro, nel celebre “Museo delle Statue Stele lunigianesi”. Ed è proprio da Pontremoli che inizia il nostro viaggio.

directions_walk41 KM
Durata: 5 giorni
Potrebbe interessarti
Arte e Cultura
Altre proposte
close
Registrati alla newsletter
Un concentrato di segreti, eventi, curiosità e novità direttamente nella tua casella di posta