fb track
Cerca
close
Photo ©Ufficio Info Turistiche Reggello
Le Balze di Reggello
Settembre a Reggello
3 idee per un'escursione giornaliera

Settembre volta le spalle al caldo di Agosto e l’aria fresca del mattino invita a camminare in boschi e sentieri in cerca del mite sole oppure a girovagare rilassati per paesi e borghi. E allora scopriamo insieme 3 itinerari a Reggello e dintorni, nella campagna poco distante Firenze.

Le Balze a piedi
Le Balze- Credit:  Ufficio Info Turistiche Reggello

Fine estate è il periodo ideale per scoprire l’Area Naturale Protetta delle Balze, quando scendono le temperature e la luce colpisce le aguzze forme di questi canyon naturali facendone risaltare il tipico color giallo ocra. Per scoprire gli angoli più suggestivi e i punti panoramici è consigliata un’escursione trekking in uno dei numerosi sentieri nel Valdarno Superiore come quelli che si trovano a Reggello. Per chi ama camminare in compagnia, il programma di escursioni Naturalmente Reggello prevede alcune uscite con guida ambientale. Scopri il programma completo fino al 31 Ottobre.

Le pievi della Setteponti
La chiesa di Sant'Agata ad Arfoli- Credit:  Ufficio Info Turistiche Reggello

La storia corre veloce sulla Setteponti, i secoli ne hanno trasformato il tracciato ma la memoria si mantiene vivida nelle pievi romaniche. Con la loro maestosità sembrano osservare silenziose da secoli chissà quanti pellegrini, viandanti, camminatori, curiosi. Ognuno con il suo passo, ognuno con il suo tempo e le sue preghiere, le pievi accolgono tutti. Nel territorio di Reggello, sono tre le chiese che si affacciano su quella che era l'antica Cassia Vetus: la Pieve di San Pietro a Pitiana, la chiesa di Sant’Agata ad Arfoli e la Pieve di San Pietro a Cascia, nei cui locali è ospitato anche il Museo di Arte Sacra dedicato al pittore Masaccio. 

Scopri qui il percorso completo in bicicletta con i punti di interesse principali. 

Trekking a Vallombrosa
Gli Arboreti Sperimentali di Vallombrosa- Credit:  Ufficio Info Turistiche Reggello

Gli abeti bianchi che si allungano verso il cielo e il sole sono diventati il simbolo della Riserva Naturale Biogenetica di Vallombrosa. Ma la foresta è ricca anche di douglasie, faggi, abeti rossi… e numerose tracce che testimoniano lo stretto e secolare legame tra natura e uomo che ne ha fatto un luogo speciale per la storia e la biodiversità. Chi ama il trekking non potrà non venire a scoprire l’Anello dei Giganti dove svettano gli alberi più alti d’Italia, gli Arboreti Sperimentali con le visite guidate a cura del Reparto Carabinieri Biodiversità di Vallombrosa e altri itinerari escursionistici come Un museo a cielo aperto

map Esplora Offerte, Eventi e Alloggi
Potrebbe interessarti
Arte e Cultura
close
Registrati alla newsletter
Un concentrato di segreti, eventi, curiosità e novità direttamente nella tua casella di posta